Antonio Lasciac, Un’aguta lizieruta, TTBB

Antonio Lasciac, Un’aguta lizieruta, testo friulano di Rodolfo (Dolfo) Carrara. Organico TTBB. Tonalità Sol maggiore. Indicazioni agogiche: Andante, Larghetto. Da “Liber Choralis Seghizzi” pag. 69. In calce riportata la data ” 5.10.1939″. Copia manoscritta. (ESO 029)

029 Lasciac Aguta

Testo
Un’aguta lizieruta saltuzzava ju d’un cret
ciolmi ciolmi, mi diseva,
jò soi frescha, benedet,
Jo la ciapi in tes mes palmis
Oh ce buna che tu ses;
ciolmi ciolmi un’altra volta
vuei contati i miei segrèz.

Antonio Lasciac (Toni Sanrocâr) architetto, verseggiatore (Gorizia 21.10.1856 – Il Cairo 26.12.1946). Studiò a Vienna, Roma e Napoli. Fu premiato per il progetto del tempio israelitico di Roma e per la scuola popolare modello di Torino. Lavorò a Roma, a Perugia, in Egitto (palazzi Kedivali), a Istanbul e a Gorizia. Fu collaboratore dei periodici “L’edilizia moderna” di Milano e “L’Italia artistica e industriale” di Roma. In friulano scrisse, tra l’altro, una breve composizione intitolata Contemplando il magnifico leone di San Marco sul castello di Gorizia, pubblicata nel libro di G. Le Lièvre, Alma mater cordium. Musicò alcune poesie di D. Carrara.

http://www.dizionariobiograficodeifriulani.it/lasciac-antonio/

http://www.dizionariobiograficodeifriulani.it/carrara-rodolfo-dolfo/